...
Email

The form has been submitted successfully!
There has been some error while submitting the form. Please verify all form fields again.

Aziende selezionate – Lavorare a Lisbona

lavorare a lisbona - aziende e contratti

Lavorare a Lisbona e vivere in una stupenda città

Alla base di un sano, duraturo e proficuo rapporto di lavoro la scelta dell’azienda con la quale collaborare è fondamentale.

Le aziende con le quali collaboriamo, sono tutte aziende selezionate, presenti da molto tempo sul mercato, con una base stabile, ottimi requisiti, per garantire una valida alternativa.

Lavorare in una di queste aziende, significa trovarsi quotidianamente in mezzo alla multiculturalità in un ambiente, molto attivo e stimolante.

Per lo più multinazionali, la cui organizzazione testata e consolidata, nella gestione del personale, garantisce un lavoro continuativo.

Differenti aziende, innumerevoli progetti, assicurano una maggiore varietà di posizioni aperte.

I dipendenti in Portogallo lavorano in genere per 40 ore settimanali (otto ore al giorno). Il diritto del lavoro consenta flessibilità, e in determinati casi fino a un massimo di 60 ore settimanali (12 ore al giorno).
I dipendenti a tempo pieno hanno diritto a ferie annuali di 22 giorni, oltre ai nove giorni festivi obbligatori.
I contratti di lavoro in Portogallo funzionano in modo simile a molti paesi europei, con contratti di lavoro permanenti, a tempo determinato, part-time e intermittenti.

In Portogallo, l’età minima per lavorare è 16 anni. Tuttavia, per ottenere un contratto di lavoro, devi avere 18 anni.

Esistono diversi tipi di contratti di lavoro;

Il contratto a tempo determinato – è un contratto a durata limitata: il dipendente conosce l’orario di fine, e le mansioni lavorative sono definite.

La durata del contratto può variare da sei mesi a tre anni.

Il contratto a tempo indeterminato – la data di risoluzione è indefinita. Tuttavia, altri criteri possono portare al licenziamento; ad esempio, la prestazione del lavoratore. Questo contratto non può superare i sei anni. Un contratto a tempo indeterminato – è un contratto a tempo pieno con un periodo indeterminato in cui il dipendente è protetto contro il licenziamento e gode di un elevato livello di protezione sociale.

Il contratto di breve durata – è un contratto fino ad un massimo di 60 giorni. È consentito solo in casi eccezionali come lavori agricoli stagionali o manifestazioni turistiche. La legge portoghese richiede che i contratti a tempo determinato e i contratti a tempo indeterminato siano in forma scritta.

Tale requisito non si applica ai contratti di breve durata.

La legge prevede contratti per il periodo di prova, in cui le due parti, il lavoratore e il datore di lavoro, senza preavviso o indennità, possono risolvere il rapporto.

Questo periodo di prova dipende dal tipo di contratto. Per il contratto a tempo indeterminato può andare da 90 a 180 giorni, a seconda della complessità dell’incarico, e per le posizioni dirigenziali può durare fino a 240 giorni.

Per il contratto di lavoro a tempo determinato, se di durata inferiore a sei mesi, il periodo di prova è di 15 giorni, se il periodo è di sei mesi o superiore, il periodo di prova è di 30 giorni.

Il contratto per gli stranieri – Il lavoratore deve presentare tutti i documenti richiesti dall’azienda. Un dipendente straniero, munito di ogni autorizzazione legale, ha gli stessi diritti di un dipendente nazionale.

Il contratto di lavoro con uno straniero è soggetto a un accordo scritto e deve contenere tutte le informazioni fornite al dipendente. L’affare viene consegnato a entrambe le parti, dove il datore di lavoro deve informare il ministero competente per ispezionare e accettare i documenti prima della data di inizio del dipendente.

Il contratto per disabili o con malattie croniche – Il lavoratore con disabilità o malattia cronica ha gli stessi diritti.

È soggetto agli stessi doveri degli altri lavoratori nell’accesso al lavoro, alla formazione professionale, alla promozione o alla carriera e alle condizioni di lavoro. Tuttavia, il lavoratore con disabilità o malattia cronica è esentato dal lavoro se ciò potrebbe nuocere alla sua salute o sicurezza.

Il contratto per Studente-lavoratore – Lo studente-lavoratore è colui che è iscritto a qualsiasi ordine di istruzione scolastica, nonché ad un corso di specializzazione, magistrale o dottorato presso un istituto di istruzione, oppure ad un corso di formazione professionale o di formazione giovanile temporanea di sei mesi o più.

Secondo le Autoridades para condição de Trabalho (ACT), l’orario di lavoro dello studente dovrebbe essere adeguato per consentire la frequenza delle lezioni e lo spostamento verso l’istituto scolastico.

Quando non è possibile modificare l’orario di lavoro, lo studente è esonerato dal lavoro senza perdere i suoi diritti.

Il mantenimento dello status di studente-lavoratore è subordinato al conseguimento dell’anno scolastico precedente. Lo studente lavoratore deve consultare preventivamente il regolamento della propria università per adeguare il proprio orario di lavoro.

Vivere e Lavorare a Lisbona
Torna in alto